Verso la «Notte Della Taranta 2014» La magia inizia dal corpo di ballo

Sembra ieri, eppure da quel 1998, anno in cui la Notte della Taranta ha mosso i suoi primi, timidi, passi a metà tra l’inconsapevolezza  di avere tra le mani un grande patrimonio non solo culturale e il convincimento di poter creare un evento in grado di richiamare gente da tutto il mondo, di strada ne ha fatta tanta. Dal cuore di Melpignano,  la Taranta, quel ragno descritto nei libri di Ernesto De Martino è riuscita a conquistare tutti. Ma la notte di Melpignano è «gioco di squadra» e quello che va in scena sul palco nel bellissimo scenario dell’ex convento degli agostiniani è solo l’ultimo atto di uno spettacolo che è molto di più di un semplice appuntamento estivo.

Tassello dopo tassello si costruisce quella magia in grado di regalare emozioni alle milioni di persone che decidono di essere presenti. Oggi, la Notte della Taranta ha il suo corpo di ballo. Otto ballerini accuratamente selezionati dal maestro coreografo Miguel Angel Berna. Pietro Balsamo, Moira Cappilli, Andrea Caracuta, Chiara Dell’Anna, Laura De Ronzo, Andrea De Siena, Giada Pallara e Laura Boccadamo sono gli otto volti e corpi che si esibiranno nell’edizione 2014 del Festival.

Aperte a tutti attraverso un bando pubblico, le audizioni di danza hanno registrato grande partecipazione. 69 gli iscritti che hanno proposto al maestro Berna e ai componenti della Direzione Artistica del Festival Sandro Cappelletto e Sergio Torsello, performances ed interpretazioni contemporanee della pizzica.

Trascinanti pizziche, scenografie impegnative, maggiore spettacolarità  e un numero considerevole di ballerini, porteranno la danza al centro del palcoscenico di Melpignano. «Sono felicemente impressionato dalla qualità dei quadri presentati dai ragazzi, – commenta Berna –  e vedere la gioia nei loro occhi mi spinge a lavorare con entusiasmo».

Il maestro coreografo, d’intesa con la Fondazione La Notte della Taranta, ha deciso di assegnare tre borse di studio che consentiranno ad altrettanti giovani ritenuti i più meritevoli iscritti alle audizioni, la partecipazione al workshop preparatorio che si terrà ad agosto. «È un’importante occasione formativa che intende promuovere i giovani talenti, spiega il Direttore Artistico Sergio Torselloi ballerini avranno la possibilità di apprendere tecnica e movimento lavorando a stretto contatto con Berna». Beneficiari della borsa di studio sono i diciottenni Antonio Buio e Rebecca Pascale e la ventenne Lorena Temperanza.

«Un tassello, quello della danza, che rende La Notte della Taranta una vera e propria calamita culturale in grado di attrarre e stimolare la creatività artistica in ambito internazionale» ha aggiunto il Direttore Artistico, Sandro Cappelletto.

Il corpo di ballo del Festival è solo la prima delle novità dell’edizione 2014 che, come annunciato dal Presidente Massimo Manera,  porterà nelle piazze del Salento non solo divertimento ma  grande qualità artistica.

www.leccenews24.it